Messaggio del Gral, Nella Luce della Verità

Prefazione

LIBERATI DA TUTTA LA TENEBRA!

 

QUESTA SIA LA VOSTRA GUIDA

 

La benda cade, la fede si fa convincimento. Solo in esso riposano la liberazione, la Redenzione!

Mi rivolgo soltanto a coloro che cercano con sincerità. Bisogna che abbiano la disposizione e la volontà di studiare obiettivamente questa opera obiettiva. I fanatici religiosi e i sognatori senza princìpi ci siano lontani, perché sono di danno alla Verità. In quanto agli uomini di cattiva volontà e agli avversari di ogni verità oggettiva, troveranno qui anche il loro giudizio.

Il Messaggio raggiungerà solo coloro che recano ancora in sé una scintilla di Verità e il desiderio di essere veramente uomini. Per tutti questi, sarà la loro guida e la loro luce. Li condurrà, senza deviazioni, fuori del caos e dello smarrimento del nostro tempo.

La Parola che vi presento non porta una religione nuova. Essa deve essere, per tutti gli ascoltatori e lettori sinceri, la fiaccola che porta a trovare il vero cammino verso altitudini tanto bramate.

Avviarsi: questo é il solo mezzo per progredire spiritualmente. Lo stolto che fa uso di concezioni estranee, già precostituite, percorre la sua via come sulle grucce, quando le sue membra, che pure sono sane, restano inattive.

Ma come fa uso arditamente, –perché sono le armi della sua ascesa–, dei doni che sono sopiti in lui, e che attendono una voce di richiamo, egli sfrutta, seguendo la Volontà del suo Creatore, il pegno che gli fu affidato; e supererà con arte tutti gli ostacoli che si frapporranno sul suo cammino per sviarlo.

Destatevi dunque! Non c’è fede vera che nel perfetto convincimento, ed esso non può nascere che da una riflessione e dall’esame più spregiudicato. Siate viventi nella meravigliosa Creazione del vostro Dio!

Abd-ru-shin